Subscribe Twitter FaceBook

venerdì 18 febbraio 2011

Benigni e l'Italia che vorrei

Mi sono commosso questa sera sentendo Benigni a Sanremo raccontare l'Inno di Mameli dipingendo l'orgoglio di essere italiani nonostante tutto. Raccontando di quei giovani che hanno rottamato l'Italia degli oppressori lasciandoci la pelle, di quelle donne che hanno fatto l'Italia senza i calendari. Benigni ci ha restituito un po' d'orgoglio, un po' di senso d'appartenenza, un po' di radici, quelle vere, che vanno da Legnano a Palermo, un po' d'allegria di essere italiani nonostante i musi lunghi e preoccupati dei potenti assisi in platea. Bravo, Roberto, e' stata una festa meglio del 17 marzo, un pezzo di bravura che ci riconcilia con la vita e con questa Italia tricolore un po' sbiadita, che forse non ha perso la speranza e la voglia di lottare. Per una rivoluzione di testa e di cuore.






- Posted using BlogPress from my iPhone

2 commenti:

Belkys ha detto...

Caro Marco anch'io dal Venezuela mi sono commossa per la bellisima interpretazione di Benigni sul significato e l'mportanza attuale del inno di Mameli. Dopo aver vissuto 20 anni in Italia questo paese lo sento anche mio e credo con tutto il cuore che ci vorrebbe un po piú di amore e di lealtá per la sua gente, per il suo popolo, per quelli che hanno eretto le fondamenta di quello che l'Italia é oggi, ma questo amore deve venire proprio da tutti quanti, per non dover piú leggere quelle notizie che mai si vorrebbero vedere nei giornali italiani, per non dover piú sopportare tanti insulti alla moralità, in tutti i sensi, che si respirano tutti i giorni, per gli antennati che diedero la vita per il nostro oggi, per quelli che oggi ci sono, o che arrivano, e stanno consolidando quelle radici e quelle basamenta di quello che sará domani, ci vorrebbe molto piú orgoglio di essere Italiani.
Io mi sento orgogliosa di essere italiana anche se sono nata dall'altra parte del mondo e amo il mio paese natio, Venezuela, ma certe cose non vorrei mai e poi mai continuare a leggere e sentire provenienti dall'Italia.
Sveglia Italia!!!!!!!!!!
Belkys Hauayek Demey

Marco Toresini ha detto...

Da te una bella lezione di italianità. Ciao Belkys